Monthly Archives May 2011

Follow Me

Agenda Digitale. Lunedì mattina a Roma presso Forum PA

By Marco Camisani Calzolari   /     May 06, 2011  /     z_Post  /     0 Comment

http://iniziative.forumpa.it/expo11/convegni/il-percorso-della-digital-agenda-italia

Programma

Introduce
Gianni Dominici (Direttore Generale – FORUM PA)

Modera
Raffaele Barberio

Portano le loro proposte

Ernesto Belisario
Open Government e Open Data

Marco Camisani Calzolari
Riconoscere il valore dell’economia digiale

Carlo Alberto Carnevale Maffè
Innovazione nel Bilancio dello Stato

Alex Curti
La Larga Banda della Pubblica Amministrazione

Marco Calvo
Un piattaforma comune per l’innovazione

Flavia Marzano
Dal Cloud Computing al G-Cloud: rischi e opportunità per la PA

Stefano Quintarelli
Fiducia e sicurezza: rettifiche in situ

Attilio Romita
Switch off servizi pubblici in comuni non DD

Gigi Tagliapietra
La sicurezza come bisogno primario per lo sviluppo

Intervengono

Renzo Turatto (Capo Dipartimento – per la digitalizzazione della P.A. e l’Innovazione
tecnologica)

Mario Dal Co (Direttore Generale – Agenzia per l’Innovazione)

Roberto Sambuco (Capo Dipartimento per le Comunicazioni – Ministero dello Sviluppo Economico)

Continue Reading Quick Read

Altra adesione ad Agenda Digitale: Daniele Capezzone PDL

By Marco Camisani Calzolari   /     May 05, 2011  /     z_Post  /     0 Comment

Il Sole 24 Ore
Capezzone: pieno sostegno all’agenda digitale. Economia e giustizia le priorità

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-05-05/capezzone-pieno-sostegno-agenda-164814.shtml?uuid=AaLlyXUD

«Sostegno, volontà di collaborazione, disponibilità a dare anch’io una mano, nelle forme che riterranno opportune e possibili». Usa queste parole il portavoce del Pdl Daniele Capezzone per sposare l’appello per l’agenda digitale, lanciato nei mesi scorsi da centinaia di cittadini (tra cui spiccano personalità della cultura e dell’economia come l’ad di Telecom Franco Bernabè o lo showman Fiorello) affinché il tema di internet e delle nuove tecnologie venga messo al centro del dibattito politico.

Tre i punti che Capezzone ritiene decisivi: «l’e-commerce come fattore di crescita (e soprattutto di internazionalizzazione) per le nostre imprese; l’idea di consentire anche un’attività imprenditoriale “full online”, riconoscendo una realtà che non può più essere ingabbiata nei vecchi schemi burocratici; e anche la proposta di “giustizia digitale”, che considero un ulteriore stimolo e incoraggiamento a quanto si sta già mettendo in campo».

«È molto positivo che un rappresentante della maggioranza come il portavoce del Pdl dia il suo sostegno alla nostra iniziativa» commenta al Sole24Ore.com Marco Camisani Calzolari, professore di “linguaggi digitali” allo Iulm di Milano, fondatore e ad di Speakage, società specializzata nello sviluppo di piattaforme avanzate per il Web e il mobile, tra i firmatari dell’appello. «È un segnale che spero porti all’attivazione di una strategia concreta per lo sviluppo di un settore che può essere il vero traino per la ripresa. Una recente ricerca di Boston Consulting, commissionata da Google, ha quantificato in 56 miliardi di euro la internet economy italiana solo nel 2010. Tra cinque anni lo stesso studio stima possa salire a quota 77 miliardi di euro. Numeri importanti che fanno capire come il web sia strategico per il Pil del nostro paese».

Continue Reading Quick Read

iPod touch a mio figlio di 7 anni

By Marco Camisani Calzolari   /     May 04, 2011  /     z_Post  /     0 Comment

Mio figlio ha appena compiuto 7 anni. Ovviamente sia lui sia i suoi coetanei hanno almeno un NIntendo DS, alcuni la PSP, altri la 3DS… Però quando ci sono i genitori tutti puntano solo ai loro iPhone/iPad e dimenticano gli altri. Dopo un’attenta analisi mi sono accorto che non è solo una questione di piattaforma o di device…
Su iPhone il controller è il touchscreen. Quindi molto più “fisico” rispetto ai pulsanti.
Inoltre la posizione di gioco mette il device con lo schermo parallelo al terreno e quindi visibile a tutti gli amici che, a differenza del DS, si aggregano intorno al giocatore. Col DS invece è raro che qualcuno li guardi giocare…
Altro aspetto fondamentale sono i giochi. In genere su DS o PSP ci sono giochi “seri”, strutturati, grandi. Mentre su iPhone c’è la battaglia navale, il tris, e l’impiccato. Su iPhone i ragazzini giocano molto anche coi mini giochini che si divertono a scaricare live. Ovviamente noi genitori propendiamo per le free, mentre quelle a pagamento sono negoziate come premi se si comportano bene :)
Come ben sapete va a finire che si negozia anche l’iPhone stesso: “Papaaaa, mi daii il telefonoooooo?”, “possoooo?”, etc etc… Poi glielo dai, ma arriva una telefonata, lui deve smettere di giocare, tu gli dici “ma gioca con la tua Nintendo” e lui “No papi, aspetto che me lo ridai….”.
Ieri gli ho comprato un iPhone Touch. Non solo era felicissimo, ma oggi non mi ha chiesto il telefono perché aveva il SUO!. Inoltre prima di entrare a scuola stamattina gli ho fatto vedere che adesso poteva fare le foto da solo e mandarmele via email (cosa che cià faceva prima ma dal mio iPhone)… Inoltre ieri gli ho fatto il suo account Skype a cui potrò chiamarlo in videoconference quando sono via…
Ecco tutto… Volevo solo condividere la mia esperienza.

Continue Reading Quick Read