VIDEO: “Web, il Nuovo Mondo. Non c’è più tempo: o cambi o muori!”

mcc_ 180
October 27th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
3 Comments

Se non vuoi la pubblicità, non ti do neanche il servizio

mcc_ 180
October 26th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
5 Comments

image 
Credo che le piattaforme web che offrono servizi utili gratuitamente, debbano essere pagate obbligatoriamente con la pubblicità. Sotto forma di banner, di DEM (Direct email marketing) o altro. Il rapporto con l’utente è semplice: io ti offro un servizio di qualità e tu, compreso in questo, accetti di vedere/ricevere pubblicità. Così come fa da anni la televisione commerciale.

La percezione comune degli utenti mi pare che invece tenda a PRETENDERE che gli vengano offerti servizi gratuitamente, potendo scegliere se ricevere o meno la pubblicità.

E’ SBAGLIATO, nonché ingiusto.

Non si va al ristorante pretendendo di mangiare senza pagare, così come non si può pretendere di utilizzare un servizio web a sbafo. Il ristorante deve pagare i camerieri, il gas, la luce, il cibo, etc. Un servizio web deve pagare i server, i dipendenti per l’assistenza, la manutenzione, lo sviluppo, il debug, etc

Sino ad oggi è diffusa la pratica che vuole la pubblicità scollegabile dal servizio. Gli utenti sono abituati molto bene e ormai lo pretendono. Tuttavia credo che il rapporto utenti/fornitori debba cambiare, nella direzione più fair ed equilibrata che la piattaforma sarà in grado di gestire.

Se manderà troppa pubblicità o se la manderà di basso profilo, perderà utenti. Se invece riuscirà a trovare un giusto equilibrio, gli utenti accetteranno il servizio in cambio della pubblicità.

Altrimenti la legge parla chiarissimo, e deve essere rispettata: l’utente può richiedere l’immediata cancellazione dei propri dati dal database. Servizio compreso ovviamente!

Quattro chiacchiere filmate con l’Amministratore Delegato di Microsoft Italia

mcc_ 180
October 24th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
6 Comments

PARTE 1

PARTE 2

Facebook: un grande piano per ipnotizzare gli addetti ai lavori.

mcc_ 180
October 23rd
Marco Camisani Calzolari
z_Post
3 Comments

image 

Facebook ha architettato il più grande piano mondiale per ipnotizzare gli utenti in primis e gli addetti ai lavori in secundis.

A YouTube per diventare leader di settore, è bastato molto meno. Sono molti “esperti” di comunicazione digitale che creano campagne finalizzate alla generazione di traffico verso un canale YouTube creato appositamente per l’azienda. Dimenticando che quel traffico è il vero valore e che al posto di essere indirizzato verso un sito di proprietà dell’azienda, viene regalato a YouTube.

Alcuni sono perfino convinti che YouTube è meglio del “sito proprio di media sharig” in quanto è frequentato da milioni di individui al giorno.
Dimenticando che quel traffico è diretto alla Coda Lunga della piattaforma e che il loro canale rimarrà semisconosciuto sino a quando non saranno spese energie finalizzate alla sua promozione.

Facebook è andato oltre.

Ha creato l’illusione di rappresentare il “nuovo”, il duepuntozzzzzero” che “ti fa essere tanto cool”. Un’agenzia di comunicazione che si rispetti spinge perché l’azienda faccia una campagna “social” (da pronunciare con birignao, tipo “cioè noi gggiovani“.

Ora è riuscito a far passare che usare Facebook Connect è roba buona (e cool).
Il gioco è semplice perché il principio è lo stesso che usano i prestigiatori: attrarre l’attenzione verso un punto diverso da quello in cui invece si sta facendo il trucco.

Il fatto che grazie a Facebook Connect i tuoi utenti non dovranno più creare un account presso di te, perché tanto ci pensa Facebook… E’ come internare qualcuno, interdendogli l’uso del denaro, perché tanto “ci pensiamo noi a soddisfare i tuoi bisogni. Il denaro non ti serve”… :)

Così sono sempre più frequenti i siti che hanno adottato il nuovo “trucco” ipnotico, che in cambio fornisce l’autenticazione immediata, ma che ovviamente rilascia solo una parte dei dati degli utenti.

Infatti le email dei “tuoi” utenti Facebook non le rilascia mai in nessun flusso o DB. Perché  ovviamente sa che sono il vero valore, insieme all’”account”, ovvero quella chiave psicologica che ti fa essere proprietario di una user e password per qualcosa…  e che ti ci tiene legato.

Ma cosa te ne fai delle email dei tuoi utenti, dicono i più maligni, per mandare pubblicità/spam?
Ma no,rispondo io, presto anche quello lo farà Faceboook per voi! Incassi compresi :) Ma sarà tutto molto cool :)

Marzo 3039  – Daniele Sivestri

Marzo 3039 come sempre a Londra piove
ma con calma e precisione
ho lasciato il sottosuolo per riflettere da solo
sull'attuale situazione
Dalla guerra del '21 non ho visto più nessuno
della mia generazione
siamo tutti chiusi in casa spaventati da ogni cosa,
da un'idea, da un'emozione
Chissà com'era quando il sole si poteva guardare
e sentirlo sulla pelle fino a farsi bruciare
Però oggi partono i missili,
li guarderò e saranno bellissimi.
Marzo 3000 e qualche cosa, è una notte luminosa
c'è la luna artificiale
sugli schermi informativi, su quei pochi ancora attivi
sembra sia tutto normale
Chissà com'era quando l'aria si poteva respirare
e sentirla nei polmoni fino a farli scoppiare
ogni notte sogno sempre di nuotare
e sento il fuoco sulle labbra che ti lascia il sale
E poi
Correre nel traffico, mettersi il soprabito
respirare microbi, perdersi nei vicoli
inciampare negli ostacoli, affidarsi a degli oroscopi
arrabbiarsi con le nuvole, evitare le pozzanghere
Sì ma...
Però... (correre nel traffico...)
oggi partono i missili (mettersi il soprabito)
li guarderò e saranno bellissimi (respirare microbi, perdersi nei vicoli)
Così... (inciampare negli ostacoli)
oggi partono i missili (affidarsi a degli oroscopi)
li aspetterò e saranno tantissimi (arrabbiarsi con le nuvole, evitare le pozzanghere)
Perché... oggi partono i missili

Paura e ignoranza che fa male all’Italia e le impedisce di crescere

mcc_ 180
October 17th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
6 Comments

Fede: frasi riferite a Facebook:

“E’ un dramma vero, autentico”

“Sono presi da una sorta di paranoia” (riferendosi agli utenti di Facebook)

“La Polizia Postale è l’organo che dovrebbe intervenire, ovviamente le difficoltà per intervenire, per poter chiudere un sito sono tantissime, ma qualcosa bisogna fare, e subito!”

Agenda pubblica

mcc_ 180
October 16th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

Queste sono le date degli eventi del prossimo mese a cui parteciperò con un mio speech. Ci si vede là…

Oggi 16 ottobre 2009
Firenze – Festival della Creatività

Fortezza da Basso
dalle 16:00 alle 17:00

Mercoledì 21 ottobre 2009
Milano – SMAU Workshop

Fiera di Rho
Dalle 13:00 alle 14:00

Sabato 24 ottobre 2009
Venezia – VeneziaCamp

Arsenale di Venezia
Dalle 13:00 alle 14:00

Giovedì 29 ottobre 2009
Verona – Connecting Day

Fiera di Verona
Dalle 11:00 alle 13:00

Venerdì 30 ottobre 2009
Milano – Digital Signage Business International

Dalle 9:30 alle 10:30

Mercoledì 4 novembre 2009
Milano – Com.PA

Fiera di Rho
Dalle 14:00 alle 18:00

Martedì 10 novembre 2009
Varese – “Idee contro Crisi”

Atahotel
dalle 14:30 alle 18:30

Domani venerdì 15 ottobre sono a parlare al Festival della Creatività di Firenze

mcc_ 180
October 15th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

image

Ore 16:00

Se ci sono amici di Firenze, ci si vede la… Palesatevi :)

http://2009.festivaldellacreativita.it/

Il 12 novembre sono a Londra al Social Media 09

mcc_ 180
October 14th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

image

Per venire bisogna prenotarsi qui http://socialmedia09.com/

Web: il Nuovo Mondo. Non c’è più tempo: o cambi o muori! – Sabato 24 ottobre a Venezia (VeneziaCamp)

mcc_ 180
October 12th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

image 
Web: il Nuovo Mondo. Non c’è più tempo: o cambi o muori! è il titolo del mio panel che si svolgerà sabato 24 ottobre dalle 14:00 alle 15:00 all’Arsenale di Venezia in occasione del VeneziaCamp.

I primi posti sono andati esauriti in poche ore, per questo l’organizzazione ha dedicato una sala più capiente e ora ci sono ancora circa una cinquantina di nuovi posti disponibili.

L’evento è gratis, ma la prenotazione dei posti è obbligatoria.

Per cui chi vuole venire faccia in fretta prima che finiscano anche questi  cliccando qui e prenotando subito.

La democrazia non è uguale per tutti

mcc_ 180
October 7th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
43 Comments

Per anni l’Italia ha considerato costituzionale l’immunità parlamentare che garantiva a tutti i parlamentari un’impunità completa.
sono innumerevoli i casi di terroristi o farabutti che grazie a tale copertura hanno evitato il carcere.
Oggi si ritiene incostituzionale una sospensione del giudizio per consentire a chi è stato eletto dalla maggioranza degli italiani (vedi democrazia) di governare.
Una legge peraltro siglata a suo tempo dal Presidente Napolitano che evidentemente oggi è sconfessato nel suo ruolo di garante della costituzione e in quanto tale sarebbe opportuno che riflettesse sull’eventualità di dimettersi lasciando posto a un presidente eletto dall’attuale maggioranza e non dalla precedente.
Non ultimo, dopo 15 anni di politica, Berlusconi non è mai stato accusato per questione relative al suo impegno pubblico…

feed facebook twitter linkedin youtube

Newsletter

  • Frequency

My Books

Il Mondo Digitale Facile per tutti

Fuga da Facebook
Impresa 4.0