Follow Me

Lucia TV

By admin_temp   /     Apr 30, 2008  /     z_Post  /     0 Comment

image

Ma che bravi questi ragazzi di Lucia TV.  Hanno creato una web-blog-tv su quel che riguarda gli studenti della Facoltà di Economia dell’Università di Parma.
Poi io ho origini parmensi e quindi non posso che volergli bene…
Qui un loro video di presentazione e di seguito due interviste che mi hanno fatto al MIX.

Continue Reading Quick Read

Iscrivetevi alla newsletter!

By admin_temp   /     Apr 30, 2008  /     z_Post  /     1 Comment

In homepage del blog, sulla destra è presente un form per iscriversi alla newsletter di questo blog. Ovvero ricevere via email i post appena escono.
Pensate solo alla malaugurata ipotesi di leggere le mie esplorazioni con un ritardo di, che so, magari ben 5 o 10 minuti!
Sarebbe a dir poco una vera tragedia…
Pensateci, il resto del mondo Sarà già informato e voi no!

Per evitare tutto ciò, e non essere ignoranti per qualche minuto al giorno, oltre che a vivere molto più sereni, sapendo di rimanere aggiornati istantaneamente sulle cose veramente importanti, iscrivetevi alla mia newsletter!
Ma l’informazione essenziale in tempo reale non è cosa per tutti. La procedura è infatti da veri duri. Dopo aver inserito l’email sarete teletrasportati su una pagina in purissimo inglese che vi chiederà di inserire le lettere che vedrete sopra, in una casellina sotto. E’ un metodo derivato dal noto test Voigh Campf per verificare che siate realmente umani e non replicanti. Successivamente riceverete un’email in cui è riportato un link segretissimo, generato solo per voi, che vi aprirà le porte dell’esclusivissimo club degli aggiornatissimi.
Pensate a cosa sarà della vostra vita se dovesse chiudere il blog o se i feed dovessero smettere di funzionare… Per non rischiare di cadere nel baratro della depressione esiziale, vivendo col pensiero fisso di cosa ne sarà della vostra vita, senza le mie esplorazioni… Iscrivetevi alla newsletter e il vostro inconscio vi ringrazierà! Dormierete come bambini di cinque anni, vi sveglierete felici e i vostri denti scintilleranno ad ogni sorriso!
Parola di MCC.

Continue Reading Quick Read

EBA Forum

By admin_temp   /     Apr 29, 2008  /     z_Post  /     5 Comments

image 
Il 15 maggio sarò a EBA Forum, Fieramilanocity, nel workshop:  “LE LEVE DELL’INNOVAZIONE“, Strategie, tattiche e strumenti al servizio del business.

Chairman: Marco Camisani Calzolari
14.15 La comunicazione sociale del Nuovo Web per le aziende
           Marco Camisani Calzolari
, Esperto di comunicazione digitale
14.45 Digitale e interattiva: la comunicazione al servizio delle aziende
           Fabiano Lazzarini
, General Manager, IAB Italia
15.05 Web Analytics: ottimizzare le Campagne Multicanale
           Giuseppe Fragola
, CEO, ImetriX
15.25 Comunicare all’estero: consigli pratici sui siti multilingue
           Alessandro Agostini
, Partner, Agostini Associati
15.45 Marketing 2.0: nuove leve offerte dal web al sevizio delle PMI
           Stefano Calicchio
, Founder @ Prstelor.eu e autore di Trasmetti il virus!

Continue Reading Quick Read

Nozze online

By admin_temp   /     Apr 28, 2008  /     z_Post  /     2 Comments

Corriere della Sera di oggi: “Dicono sì in webcam: ecco le nozze online. Lei a Nizza, lui a Shanghai, entrambi brasiliani: sposati via Internet da un funzionario in linea da San Paolo”.
Amarcord quando nel 1998 avevo lanciato il sito MatrimoniOnline.com (oggi rimasto pressoché identico). Un’avventura con cui tempo dopo avevo ceduto delle quote a Claudio Cecchetto con cui avevo creato un’apposita società. Poi tempo dopo l’ho rilevata per costituire la Uno Portals S.p.A. che a sua volta aveva inglobato molti dei miei progetti, MatrimoniOnline compreso.
image
image

Continue Reading Quick Read

La cabina internettonica

By admin_temp   /     Apr 28, 2008  /     z_Post  /     9 Comments

Telefono pubblico. Display in stand-by. Vedo che l’opzione 3 è “e-mail”.
Da bravo esploratore digitale non resisto.
Compro credito. Premo 3. Scrivo testo. Scrivo l’indirizzo del destinatario.
Premo INVIO.
Invio in corso…
Invio fallito.
Ora, so di essere l’unico individuo che ha avuto il coraggio di inviare una email da un telefono pubblico. So che non succederà mai più per i prossimi 5 anni.
Ma mi chiedo, perché in Italia il digitale è sempre di forma e mai di sostanza? In altre parole, perché facciamo sempre quelli che offono i servizi sulla carta che poi però praticamente non funzionano o sono inusabili?
Ecco il video dell’esplorazione digitale:

Continue Reading Quick Read

Berlusconi e Grillo

By admin_temp   /     Apr 26, 2008  /     z_Post  /     9 Comments

Berlusconi e Grillo. Solo uno dei due ha un blog. Solo uno dei due ha investito sulla “comunicazione sociale”.
Il primo comunica praticamente solo attraverso i media tradizionali. Il secondo, viceversa, usa solo il Web.
Il grafico qui sotto confronta il numero di post che contengono i termini “Berlusconi” e “Grillo”.
E’ un confronto empirico, che tuttavia fa riflettere su quanto la TV e i media tradizionali in genere influenzino la conversazione online molto più di quanto sia in grado di fare il Web stesso.image

Continue Reading Quick Read

Le dinamiche dei convegni italiani

By admin_temp   /     Apr 24, 2008  /     z_Post  /     0 Comment

image

Vengo spesso invitato a convegni di vario tipo sia come relatore, sia come moderatore.
Per quanto riguarda i primi, credo che esistano almeno tre tipi di relatori:

a) Gli esperti di una materia o di un tema specifico, che passano parte della propria vita a studiare, a rimanere sempre aggiornati e a volte a formulare nuove teorie.
b)  I timbratori, ovvero quelli che vanno a parlare della propria azienda, dei suoi prodotti o di se stessi.
c) I sedicenti esperti di una materia che invece conoscono solo superficialmente. Le loro credenziali derivano dalla presenza in altre occasioni in cui sono stati accreditati per quella a sua volta precedente e così via. Le loro fonti di informazioni non sono i libri, ne il web, ma gli altri convegni a cui partecipano.

La consuetudine vuole che nei convegni nessuno di questi venga pagato.

Se col tipo (b) “timbratori” è sostanzialmente corretto che sia così, col tipo (a) “esperti” ritengo invece che sia una pratica poco corretta.
Se è vero che l’organizzatore deve cercare di portare relatori di alto livello, al fine di creare un evento di valore, allora dovrebbe pagare i relatori di tipo (a).
Invece succede che inizialmente l’organizzatore cerca di chiamare più relatori possibili del primo genere, poi però spesso rinunciano quando scoprono che non c’è un budget a disposizione; a dire degli organizzatori, godranno invece di grande visibilità, ma a quelli che gìò ne godono, ovviamente non basta…
Tutto ciò genera un meccanismo per cui quelli di maggior fama e più preparati non accettano, dando quindi spazio ai relatori di tipo (b), che accettano sempre volentieri, insieme a quelli di tipo (c) “sedicenti” che non mancano mai. Questo è il Mix che infatti imperversa ai convegni.
Due parole ancora sul tipo (b): i timbratori spesso sono manager di aziende, che vengono scelti in funzione del buon nome dell’azienda che rappresentano. Frequentemente l’organizzazione non conosce il reale livello di preparazione del relatore ma gli basta poter indicare nel programma il nome della loro nota azienda per aumentare il prestigio dell’evento.

Il moderatore o chairman dovrebbe essere invece un esperto della materia ma anche di comunicazione onstage. Altrimenti diventa solo un passa-microfono, o nella peggiore delle ipotesi un noiosissimo declamatore di nomi e titoli.

Invece succede che il moderatore è scelto solo sulla base dell’autorevolezza rispetto agli altri relatori, o peggio rispetto a criteri randomici che però alla base rappresentano un ripiego rispetto ai moderatori professionisti.

Il moderatore professionista è un esperto della materia ma sa anche gestire un palco. Conosce i tempi e li sa far rispettare. Se c’è un problema tecnico (e come sapete c’è sempre), lo sa coprire invece di evidenziarlo. Sa intrattenere il pubblico ed è capace di intervenire durante lo speech dei relatori con domande pertinenti in grado di stimolare la conversazione e aumentare il valore dei contenuti erogati.

E’ un lavoraccio che se fatto bene, da chi non ha bisogno di “visibilità”, costa tempo e fatica, sia prima dell’evento, sia durante.

Anche in questo caso gli organizzatori preferiscono non mettere a budget il costo di un professionista e ripiegano su un relatore di tipo a,b o c, pur di non pagare.

Il risultato porta ad eventi di scarsa qualità, noiosi e dai contenuti poveri.

Non potendo cambiare il mondo da solo, quando vengo invitato io quindi mi comporto così:

Se vengo invitato come relatore e se il convegno è di mio interesse oltre che prestigioso, accetto senza essere pagato. In alternativa chiedo di essere pagato con l’inserimento di uno dei miei prodotti o della mia azienda tra gli sponsor.

Se vengo invitato come chairman esigo invece di essere pagato perché per me è un lavoro. Ovviamente in proporzione al budget totale dell’evento. Questo significa che se si tratta di un evento realmente no profit o a bassissimo budget ma con solo relatori di tipo (a) e l’assenza di (b) e (c), non molto distante da Milano e con le eventuali spese pagate, posso fare un’eccezione.

Sono esclusi ovviamente tutti i casi in cui c’è di mezzo una stretta amicizia o un ente o associazione con cui ho rapporti per cui la mia partecipazione è in qualche modo dovuta.

Devo sottolineare che quanto sopra detto corrisponde “solo” alla maggior parte dei casi. Tuttavia ci sono alcune organizzazioni molto corrette, che hanno le competenze per scegliere i migliori relatori e i migliori chairman, pagando il dovuto al fine di ottenere convegni di altissimo livello.

Continue Reading Quick Read