La velocità del web sociale

nicheli
October 28th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
1 Comment

nic
Purtroppo è appena mancato Guido Nicheli, meglio conosciuto come Dogui.
Su Google news, e quindi la stampa tradizionale o comunque quella gestita da redazioni o da individui preposti, da ancora zero risultati.
Mentre su Wikipedia alla sua voce, è già segnalato il decesso. So che avrebbe voluto che qui scrivessi un TAAAAC!
Ho recentemente girato una puntata zero televisiva in cui lo avevo chiamato come ospite. Ero rimasto colpito dal fatto che anche nella vita fosse davvero lo stesso personaggio che (apparentemente) interpretava sul set.

Non potrò mai diventare…

mcc_ 180
October 23rd
Marco Camisani Calzolari
z_Post
18 Comments

Edoardo Bennato cantava “Non potrò mai diventare, direttore generale, delle poste o delle ferrovieee…” in Sono solo canzonette del 1980.
Mi chiedevo cosa non potrei mai diventare io:

- Top manager, per aziende altrui. Vedo strade che devo percorrere. Professionalmente non potrei mai seguire pedissequamente quanto deciso arbitrariamente da altri.
- Editorialista su Punto Informatico. Sollevo polemiche e suscito flames, non riesco a scrivere per piacere a tutti. C’è chi ci riesce. Io no.
- Comunista. Non conosco l’invidia. Ho voglia di lavorare e lo faccio per 16 ore al giorno.
- Coerente. “La coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive d’immaginazione.” Oscar Wilde.
- Schiavo. Ho anche smesso di fumare.
- Vile. Vedi sopra.

Cosa non potreste mai diventare voi?

Domani al World Business Forum

mcc_ 180
October 23rd
Marco Camisani Calzolari
z_Post
4 Comments

Domani mattina alle 10:30 intervengo al World Business Forum insieme al Prof. Franco Giacomazzi.

Una firma dal premio Nobel Renato Dulbecco

dulbecco.jpg
October 19th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

dulsmall1.jpg
Ieri sera ho avuto l’opportunità di conoscere il Prof. Dulbecco in occasione del Premio Voltolino per il giornalismo scientifico. Dulbecco è uno dei tanti personaggi, tra cui altri Premi Nobel che hanno sottoscritto la petizione creata da Il Sole 24 Ore su www.firmiamo.it (Questo il link alla petizione: http://www.firmiamo.it/cinquepermillestabileesenzalimiti , questo invece il link alla pagina su Nova in cui sono elencati alcuni dei noti firmatari tra cui Carlo Rubbia, Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Umberto Veronesi e altri: http://nova.ilsole24ore.com/nova24ora/2007/10/cinque-per-mill.html ).
Firmate anche voi!

Il video del mio intervento a Rimini

mcc_ 180
October 14th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
6 Comments

Sabato 13 ottobre 2007 al TTG di Rimini.
Un video girato da un telefonino in sala. E’ di bassa qualità ma si sente bene e i contenuti sono fruibili.

Succesivamente ho partecipato al TravelCamp, ma credo che nessuno abbia girato video.
Mentre forse mi invieranno il video della mia lezione in Aula Magna all’Università di Foggia di Venerdì 12 ottobre 2007.

Le prostitute usano il web partecipativo molto meglio delle aziende…

mcc_ 180
October 9th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
3 Comments

Questo articolo su BuzzNetworker analizza e confronta l’uso avanzato che le prostitute americane fanno dei social networks rispetto all’incapacità delle grandi aziende. Se avete a che fare con aziende che spolverano i loro siti di web 2.0 come ha fatto il Corriere.it o Alleanza Nazionale. Il primo è 2.0 sulla parola. Il secondo gli fa il verso prducento un sito finto web 2.0. Con una Google maps in homepage che non serve a niente ma che fa molto 2.0. Che ha una bella pagina di feed RSS i cui links sono inesistenti, ma fa molto 2.0…

Le signore in ascolto si tappino gli occhi per un attimo perché ho una massima un po’ volgare che non riesco a tenere…:
Il web 2.0 italiano va a pu….. mentre le pu….. del resto del mondo vanno sul web 2.0!

Venerdì a Foggia, sabato a Rimini

mcc_ 180
October 8th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
0 Comments

Venerdì terrò una lezione all’Università degli Studi di Foggia sul nuovo Mondo 2.0.
Sabato invece sarò a Rimini al TOUR THE FUTURE 2007 a parlare di web partecipativo.

Seminario a SMAU

mcc_ 180
October 5th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
6 Comments


Mercoledì 17 ottobre alle 13:30 tengo un seminario a SMAU sul nuovo marketing digitale.
Apro l’invito a tutti gli amici lettori che conosco per un saluto e a chi non conosco per vederesi finalmente di persona.
Questo il link all’evento.

Oggi su Nova – Il Sole 24 Ore

mcc_ 180
October 4th
Marco Camisani Calzolari
z_Post
2 Comments

Come promesso, oggi a pagina 15 di Nova trovate il mio resoconto sul SecurityCamp che si è svolto a Viareggio qualche giorno fa.

Nasce Firmiamo.it (LivePetitions)

mcc_ 180
October 1st
Marco Camisani Calzolari
z_Post
14 Comments

Firmiamo
Apre oggi www.firmiamo.it , la piattaforma per raccogliere firme online.
E’ un prodotto internazionale che è stato sviluppato anche per gli USA e per l’inghilterra al fine di offrire una piattaforma semplice e usabile per la raccolta firme.
Il principale competitor nel mondo è www.petitiononline.com ma ha il grande difetto di essere solo in inglese, oltre a essere molto poco usabile.
Il nostro progetto nasce multilingua e multidomain. Nei prossimi mesi usciranno parecchie nuove lingue a cui saranno collegati i relativi territori. Per esmempio la versione UK è in inglese ma ha contenuti diversi dalla versione US.

TechCrunch ne ha parlato oggi. Ma la notizia sta circolando un po’ in tutto il mondo.

Il modello di business è basato sulla pubblicità (specie quella contestuale) e sulla vendita di servizi. Per esempio, dopo aver scelto il nome della petizione il sistema cerca subito se il relativo dominio è libero. Se lo è, ne propone l’acquisto collegandolo direttamente alla propria petizione senza che l’utente si debba occupare di questioni tecniche. Tra i servizi in vendita c’è sia quello per cui pagando sparisce la pubblicità dalla pagina della petizione, sia quello per cui può essere eliminato anche il piccolo header della piattaforma che appare sopra ogni petizione. In questo modo è possibile avere a disposizione una piattaforma no-brand per creare la propria petizione.
E’ tutto personalizzabile gratutiamente, dall’header al logo, ai CSS per i più esperti, sino ai campi personalizzati che possono essere resi obbligatori o facoltativi.

Il progetto è stato ideato da me e progettato insieme al mio partner Andrea Restello che è mio socio in LivePetitions.

Contiamo di diventare leader nelle nicchie lingustiche (ma riponiamo buone speranze anche nelle versioni inglesi, grazie all’elevata usabilità).

Siamo ovviamente in beta e abbiamo bisogno di tester. Per cui create petizioni!

feed facebook twitter linkedin youtube

Newsletter

  • Frequency

My Books

Il Mondo Digitale Facile per tutti

Fuga da Facebook
Impresa 4.0