Monthly Archives July 2007

Follow Me

Defacement del blog di Beppe Grillo… Con un mio video!?!

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 27, 2007  /     z_Post  /     5 Comments

Apprendo solo adesso che qualche settimana fa è stato “dafacciato” il sito di Beppe Grillo.
Lo scopro perché mi segnalano che chi ha voluto dare una “lezione” di libertà digitali a Beppe Grillo lo ha fatto utilizzando un mio video!.

Nella pagina dei contatti che è stata sostituita appariva un link al video concettuale sulle libertà digitali “Metamondo” che ho realizzato qualche anno fa.

L’ho scoperto leggendo questo articolo, in cui in fondo riportano il video oggetto del link sulla pagina defacciata.
Che poi è questo http://www.youtube.com/watch?v=QgMOSB5yg_4 di cui non ero a conoscenza nemmeno del grande successo che sta avendo su YouTube. 50Mila visualizzazioni e molti commenti.

Il web è incredibile. Metti in Rete un contenuto e dopo qualche anno ritorna ricco di “esperienze” dopo aver fatto da solo il giro del mondo.

Bah, che dire… Non ho mai amato il populismo di Grillo… Bravi! :)

Viva la libertà! :)

Specie quella digitale! :)

Continue Reading Quick Read

Le mie vacanze

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 25, 2007  /     z_Post  /     11 Comments
  In vacanza Non in vacanza
Media ore al telefono 1 3
Tipo di sedia Sdraio Da ufficio
Tipo di connessione WiFi varie Fastweb
Media ore davanti al PC 6.5 14
Di cui per: . .
      Scrivere articoli 1 1
      Scrivere libro 3 1
      Rispondere email 1 2
      Project management  0.5 3
      Problem solving  0.5 3
      Office management 0 1
      Formazione continua 0 2
      Varie  0.5 1
Continue Reading Quick Read

Riparte il Master IDTV

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 23, 2007  /     z_Post  /     4 Comments

Dalla segreteria dell’UNIMI mi segnalano che il 5 novembre 2007 parte la nuova edizione del Master IDTV dell’Università degli Studi di Milano. 
E’ il terzo anno consecutivo ed è ormai tra i Master più autorevoli del settore. Anche quest’anno darò il mio contributo come docente.

Questo il link al sito: http://www.masteridtv.unimi.it

Questo un articolo di Affari Italiani sul Master: http://canali.libero.it/affaritaliani/culturaspettacoli/webtv1807.html

Continue Reading Quick Read

eBay e iPhone, la fine della saga.

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 20, 2007  /     z_Post  /     12 Comments

Ed eccoci all’ultima puntata della serie. Quella che svela i misteri e scioglie i dubbi.

Dopo il post precedente ho sentito al telefono Andrea Polo, responsabile della comunicazione di eBay, che con la sua estrema cordialità e gentilezza ha subito verificato quale fosse stato il problema.

Dieci minuti dopo mi è arrivata una emai da eBay con scritto che l’asta è stata chiusa erroneamente e che sarebbe partita una email a tutti gli offerenti con scritto:

“Di recente hai fatto un’offerta per l’oggetto:
320136861063 APPLE iPhone 4GB Nuovo (aperto per dimostrazione)
320138955187 APPLE iPhone 4GB Nuovo (aperto per dimostrazione)
che è stato terminato da eBay. Dopo aver riesaminato l’oggetto, è stato stabilito che esso è stato terminato erroneamente.
Abbiamo pertanto comunicato al venditore che può precedere alla reimmissione all’asta dell’oggetto, se così desidera.
Puoi fare una nuova offerta servendoti del nuovo numero di articolo. Per trovare il nuovo numero di articolo, esamina l’elenco dei venditori degli oggetti all’indirizzo:

http://pages.it.ebay.com/search/items/search_seller.html

Ci scusiamo del disturbo causato.”
Cordiali saluti.
eBay International AG

Purtroppo ho perso tutti gli offerenti perché ho dovuto selezionare l’opzione “rimetti in vendita”, ma come disen a Milan, megl che nient!

Andrea Polo mi ha assicurato che la chiusura non era legata all’iPhone in se ma a un errore da parte di un sistema di filtri negli Stati Uniti. Infatti l’inserizione è stata eliminata oltre oceano. Mentre l’eliminazione della seconda inserzione era la conseguenza della prima. In sostanza a loro appariva come se io avessi rimesso in vendita lo stesso oggetto fraudolentemente!
Per quanto riguarda l’assenza di messaggi da parte loro, Polo sostiene che al loro sistema risulta un messaggio inviato. Però non risulta nell’elenco dei messaggi eBay. E questo è un mistero ancora da sciogliere.
Gli ho chiesto cosa sarebbe successo se fossi stato un normale utente e non avessi avuto la possibilità di parlare con un responsabile e mi ha assicurato che la mia risposta era in coda, ma che sarebbe sicuramente arrivata, e che anche se il suo intercedere ha velocizzato la cosa, prima o poi sicuramente si sarebbero accorti dell’errore e mi avrebbero inviato le scuse e la riapertura dell’asta.
Andrea Polo ha poi convenuto con me che l’assistenza clienti è migliorabile specie in casi come il mio, ma allo stesso tempo si trovano con la necessità di introdurre dei filtri. Mi ha giurato che arrivano email del tipo: “da quando mi sono iscritta a eBay la mia TV ha smesso di prendere Italia1″.

Devo confessarvi una cosa, la serenità e la gentilezza con cui Andrea Polo mi ha dato spiegazioni mi ha disarmato. Mi ha fatto riflettere, ma nel vero senso della parola, ovvero mi sono visto riflesso spassionatamente. Da uomo di comunicazione cerco sempre di mettere degli occhiali virtuali che mi facciano vedere dentro i meccanismi della comunicazione, specie quella digitale o che usa i mezzi digitali. Nella fattispecie mi sono sentito in imbarazzo per aver titolato “La scorrettezza di eBay”. Non mi fraintendete, cercate di comprendere quanto di umano ci sia dietro. Avevo al telefono una voce che per quanto in fondo avesse sicuramente a cuore la buona reputazione della sua azienda, dimostrava sincerità, modesta e disponibilità.
All’inizio della telefonata gli ho dato l’indirizzo del mio post, tuttavia anche se il titolo era tuttaltro che amichevole, non ha cambiato tono. Rispondeva alle mie domande sostenendo che fosse un dovere farlo.
Insomma un atteggiamento di tale professionalità e capacità relazionale, che mi ha fatto sentire in dovere di scrivere queste righe.
Dopo il mea culpa mi permetto di usare questo episodio per ricordare a tutti gli amici che mi leggono quanto a volte i pregiudizi siano perniciosi e fuorvianti nelle scelte. Quando in fondo ci si senta forti per quel po’ di autorevolezza che abbiamo e che sappiamo di poter gestire, e quanto episodi come questo, ci ricordino che una buona dose di modestia e morigeratezza siano indispensabili, anche quando si usano i nuovi media digitali.

Anyway, la storia dei due iPhone sembra quindi dirigersi verso una soluzione.

Sette giorni di asta ognuno. Tabula rasa. Si riparte!

Eccoli:

1: http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&rd=1&item=320139319642&ssPageName=STRK:MESE:IT&ih=011

2: http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&rd=1&item=320139319834&ssPageName=STRK:MESE:IT&ih=011

Nel frattempo il mio rapporto con i cellulari vedeva svolgersi un’altra storia parallela messa in sordina dal clamore degli iPhone e dalle vessazioni di eBay.
Partiamo dalla fine: il mio E60 per ora non è più in vendita.
Avevo comprato su eBay un N95, transazione andata apparentemente a buon fine, pagato con Paypal, venditore che mi assicura la spedizione effettuata.
Compro MicroSD da 2GB, 3 adattatori per i miei vecchi alimentatori Nokia e un caricabatterie USB.
Oggi mi scrive il venditore, di scusarlo ma che ha intenzione di ridarmi i soldi perché non può più spedire il telefono. Non mi ha ancora dato una giustificazione valida, specie sul fatto che tre giorni fa sosteneva di averlo spedito. Comunque ha accettato il refund da Paypal e ora ho già i soldi sul mio conto. Anche in questo caso, tutto è bene quel che finisce bene, ma il mio progetto di vendo qui, vendo la, compro qui, spedisco la, è fallito.
Ora non ho più tempo per comprare un N95 su eBay, forse lo farò dalla Francia e me lo farò spedire la. Oppure, siccome il 30 luglio dovrò tornare a Milano per un appuntamento importante posso sempre fare un acquisto calcolando le date di spedizione, ma vista l’aria che tira, forse per un po’ me la prenderò comoda in compagnia del mio fido E60.

Continue Reading Quick Read

La scorrettezza di eBay

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 19, 2007  /     z_Post  /     4 Comments

Vi segnalo che eBay ha tolto dall’asta anche il secondo iPhone. Questa volta senza inviare nessun messaggio, alter, avviso o segnalazione. E’ sparito e basta!
Semplicemente non c’è più nel mio elenco di oggetti da vendere!

L’arroganza del più grande sito d’aste al mondo ha così raggiunto il parossismo.

Tolto il danno ricevuto dall’interruzione di due aste vicine allo sprint finale, da uomo di marketing e comunicazione digitale mi interrogo sui reali motivi che potrebbero aver spinto eBay a perpetrare tali scorrettezze.

- Hanno un accordo con Apple per non far vendere gli iPhone fuori dagli USA e vogliono fare le prime vittime esemplari? (Se così fosse è una notizia giornalisticamente molto interessante e vorremmo tutti saperne di più).
- Il motivo risiedeva nel link al post del mio blog in cui mostravo il video dell’Aperitest al fine di dimostrare la veridicità dell’inserzione?
- Hanno semplicemente commesso un errore?

Se avete mai scritto al supporto eBay, saprete che le risposte arrivano da poco più di una macchina. Sono tutte precompilate e raramente l’operatore legge i testo del vostro messaggio. Probabilmente scorre velocemente quello che avete scritto, e decide quale risposta precompilata applicare.

Nel mio caso è andata peggio. Non mi hanno mai risposto. Anche quando ho chiesto un numero di fax a cui inviare il regolare scontrino dell’Apple Store di Manhattan nel caso in cui la ragione della rimozione risiedesse in un dubbio sull’autenticità del prodotto. Nemmeno quando ho chiesto spiegazioni sulle reali ragioni, così da non ripeterle eventualmente in una successiva inserzione.
Mai ricevuto alcuna risposta.

I telefoni tuttavia non li ho ancora venduti perché i migliori offerenti, alla fine si sono meravigliati del fatto che per ora non funzionasse come telefono!

Ho qualche lettore competente che conosce le caratteristiche dell’iPhone e dei suoi limiti, tuttavia lo vuole acquistare consapevolmente?

La gara è ancora aperta.

Continue Reading Quick Read

Vendo iPhone

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 16, 2007  /     z_Post  /     8 Comments

Qualcuno si è preso la briga di segnalare il mio iPhone come se fosse un oggetto falso (chiedete a chi è venuto all’Aperitest ieri se era falso oppure no!) e come tale la mia inserzione è stata rimossa da eBay. Non si sono presi la briga di verificare prima se la delazione fosse fondata o meno. Ne avevo due ma stranamente ne hanno chiusa una sola. Se il delatore mi legge si prenda la briga di denunciare anche l’altro originalissimo, con garanzia e scontrino/invoice dell’Apple store di Manhattan!
Sono a dir poco infuriato. eBay si comporta spesso male, specie nella forma. Da loro vige il principio della presunzione di colpevolezza. Prima ti penalizzano e poi discuti.
Nel mondo veloce basterebbe un messaggio con scadenza anche di 10 minuti, entro i quali devi dare giustificazioni. Se le considerano valide si procede, altrimenti si chiude e poi si discute.
Lo stesso atteggiamento ce l’ha Google con Adsense. Alla prima denuncia prima chiudono poi discutono!
Insomma, sembra che i nuovi monopoli alzino la voce in funzione del loro potere. E’ nella natura delle cose direte voi. Si, ma nel web partecipativo esiste la possibilità di difendersi da questi atteggiamenti, spostandoci in massa da un servizio all’altro se il primo non si comporta bene.
Su FeedMyApp ci sono decine di applicazioni partecipative da far invidia ai nuovi monopolisti. Devo abituarmi anch’io a non usare sempre dai soliti noti.
Anyway per quanto riguarda l’iPhone lo vendo direttamente, senza eBay con il metodo delle offerte a busta chiusa.
Mandatemi una email a mcc@camisani.com, l’offerta migliore si aggiudica ill telefono (ne ho 2 e se volete potete ritirarli di persona da me in centro a Milano)

Continue Reading Quick Read

Aperitest

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 16, 2007  /     z_Post  /     14 Comments

L’Aperitest è andato molto bene.
Avevo due iPhone che sono girati per le mani di tutti dalle 18 alle 21. Qui un po’ di foto col tag Aperitest.
Ora sono all’asta su eBay perché pur essendo un bell’oggetto, chi mi conosce sa che non vado d’accordissimo coi prodotti Apple.
A chi interessa sto vendendo il mio Nokia E60, che in sostanza è un E61 in versione fisicamente ridotta, ma con le stesse funzioni a partire dalla risoluzione dello schermo!.
Anyway a parere di molti, l’Aperitest potrebbe essere adottato dalle aziende che vogliono far provare i propri prodotti in anteprima al pubblico, con lo stesso spirito destrutturato e informale del BarCamp.

Continue Reading Quick Read

Aperitest: invito per chi vuole provare l’iPhone

By Marco Camisani Calzolari   /     Jul 12, 2007  /     z_Post  /     17 Comments

Domenica sera “Aperitest” a Milano. dalle ore 18:00 sino a fine aperitivo, al LifeGate Cafè, in Via Orti, Angolo Via della Commenda, organizzo un informalissimo drink con chiunque voglia provare di persona l’iPhone (ne ho 2 che avrete la possibilità di provare liberamente)
E’ anche un’occasione per farci i saluti di persona prima delle vacanze.
L’invito è aperto a tutti.
R.S.V.P.

Continue Reading Quick Read