Mio figlio, il mouse e il divario culturale

mcc_ 180
October 31st
mcc
z_Post
5 Comments

Ieri ho regalato a mio figlio Leonardo (2 anni e mezzo) il suo primo computer (e di consegnuenza il suo primo mouse, ovviamente colorato e lampeggiante).

Quello che vedete è ciò che fa dopo sole 24 ore…
 

 

 

-

Chissà-se-abboccano 2

mcc_ 180
October 31st
mcc
z_Post
0 Comments


Qualche giorno fa scrivevo di giornalisti e comunicati stampa “chissaà-se-abbocano?”, la cui pratica consiste nel prendere in giro giornalisti ignari e incompetenti, con la diffusione di comunicati contenenti in sostanza una bufala digitale. Lo schema del contenuto è più o meno sempre lo stesso: una finta notizia techno/digitale che inizia con “IL PRIMO…” e poi qualche apparente novità tecnologica di cui il giornalista non comprende la reale natura.

Chi conosce un po’ il digitale riconosce queste news da lontano. La falla nel sistema sembra non arrestarsi e i giornali, specie quelli analogici abbondano di notizie di questo tipo.

L’ultima è di oggi: “Nasce studio registrazione suonerie.

Il comunicato originale riporta testualmente:

“Ringtone Factrory è stata creata da Buongiorno, che sotto l’attenta guida di Mauro dal Rio si è prima quotata in borsa assorbendo Vitaminic ed è diventata in pochi anni una multinazionale tra i leader a livello mondiale nel mercato dei contenuti multimediali per i cellulari e per i canali digitali.
Dai futuristici studi realizzati ad Amsterdam è in grado di produrre più di 40 diversi formati di suonerie, oltre a truetone, risponderie, effetti sonori e tutta la produzione multimediale in più lingue per servizi video editoriali, per far fronte ad un mercato in continua crescita, valutato in oltre 17 miliardi di dollari.”

Ovviamente non serve un attenta analisi alla Attivissimo per comprendere che non servono studi futuristici ad Amsterdam per creare delle suonerie. Con buona probabilità presso Buongiorno utilizzeranno uno dei migliori software per creare suonerie, senza bisogno di avveniristici ritrovati tecnologici.

Che ne dite di creare anche noi un bel comunicato “Chissà-se-abboccano”? Che so, un “Nasce il primo libro online aggiornato quotidianamente” (ovvero un blog), oppure creare un progettino ad hoc per dimostrare quanto si debba diffidare della maggior parte  dell’informazione giornalistica ”scientifica”.

Come al solito, i bravi giornalisti (e ce ne sono) scientifici che mi leggono non potranno che confermare…

Di cosa vivono i bloggers?

mcc_ 180
October 27th
mcc
z_Post
0 Comments

Ancora un esperimento partecipativo. Questa volta contribuire è veramente facile.

Vorrei capire e scoprire insieme a voi che lavoro fanno i bloggers italiani. In buona sostanza di cosa vivono…

Se siete curiosi di leggere il lavoro altrui, contribuite anche con il vostro nello spirito partecipativo e collaborativo della Rete.

Ecco il wiki su cui leggere e inserire le vostre professioni:

http://bloggersworks.wikispaces.com/

Non fate i timidi e… Segnalate il link ai bloggers che conoscete.

 

-

TOPignorance

mcc_ 180
October 27th
mcc
z_Post
0 Comments


Non avevamo dubbi che Google non avesse pietà ad indicizzare anche quanto vorremmo rinnegare della nostra vita.

Coi fatti se la cava bene, ma è con la parola scritta che ovviamente da il meglio di se.

E’ tempo di classifiche e non potevano mancare anche quelle più “scorrette”.
Per esempio, facendo ricerche su parole sintatticamente scorrette, si ottiene automaticamente una lista “ragionata” di chi è più pertinente con quel determinato strafalcione. In mezzo ci sarà sicuramente qualche innocente refuso, ma nella maggior parte dei casi ne vedrete delle belle…

Una specie di  gogna digitale senza scampo.

Per questo ho aperto un Wiki dal nome emblematico: TOPignorance

Lo trovate qui: http://topignorance.wikispaces.com/

Contribuire è facile: date sfogo a tutte le vostre “perversioni” linguistiche, poi sarà sufficiente copiare l’url della ricerca sul Wiki!

Diffondete amici, diffondete! 

P.S. continuate a contribuire anche qui perché vorrei farla pubblicare presto su carta (corredata dai nomi di chi ha contribuito ovviamente)

-

Una cena con Rita Levi Montalcini

mcc_ 180
October 26th
mcc
z_Post
0 Comments

Sono stato invitato al Premio Voltolino per il giornalismo scientifico e ho avuto l’onore di cenare con Rita Levi Montalcini.

Non ho resistito… Come potevo non condividere la foto con i miei amici lettori? A cosa serve un blog se non anche a questo? ;)

 

-

Oggi su Nova de Il Sole 24 Ore

mcc_ 180
October 26th
mcc
z_Post
2 Comments


Oggi su Nova de Il Sole 24 Ore trovate il mio primo articolo di una serie sulle tecnolgie che usiamo male e che potremmo usare meglio.  Settimanalmente analizzerò alcune “alchimie tecnologiche” che possono migliorare il modo di comunicare o di gestire il tempo, sia nella vita privata, sia in quella professionale.

Mi piacerebbe ricevere da voi suggerimenti su quali altri aspetti analizzare nei prossimi numeri.

 

Le redazioni televisive

mcc_ 180
October 24th
mcc
z_Post
0 Comments

Nelle redazioni televisive dovrebbero esserci queste:

Invece ci sono queste:

Altrimenti non si capirebbe come mai si continuano a pubblicare notizie del tipo: “L’azienza XXXX regala email gratis a tutti…”, quando il dovere di un giornalista o di un autore dovrebbe esssere: “L’azienda XXXX vuole prendere in giro la gente che non conosce il digitale, in realtà in Internet gli indirizzi email sono gratuiti nella maggior parte dei casi”.

Oppure: “Grande successo del sito XXXX. Dai tanti accessi il server è crollato”. In realtà la notizia, ammesso che sia di reale interesse, dovrebbe essere: “Per il nuovo sito XXXX non hanno utilizzato un server adeguato. YouTube regge milioni di donwload al minuto. La tecnologia c’è. Spesso manca la professionalità per farla funzionare”

Oppure: “Nasce XXXXX-TV. La nuova televisione di YYYY. Trasmette in tutto il mondo via Internet. E’ il primo esperimento di TV (mettetequellochevoletepurchéfiniscaper-IVA). XXXXX-TV ha fattp accordi con i principali siti mondiali per la distribuzione dei contenuti!”. Mentre dovrebbe essere: “L’azienda YYYYY ha uploadato dei video sui YouTube e Google Video dicendo di aver aperto una TV”.

 

Eccezioni a parte, urgono nuovi giornalisti e nuovi autori televisivi…

-

Lo Skypecast che fu

mcc_ 180
October 23rd
mcc
z_Post
0 Comments

E’ terminato da poco lo Skypecast sulla netiquette. Samuele scrive che per la prima metà è stata una noia, mentre la seconda è migliorata un po’…

Ha ragione.

Il mio era un esperimento per verificare una nuova modalità di comunicazione uno/molti a molti e ha funzionato per metà.

I problemi sono stati principalmente tecnici: la pagina di skypecast mi buttava fuori ongi 5 minuti, e non tutti i nomi erano visibili a tutti.

Unyte non ha funzionato o comuqnue lo ha fatto per pochi. Mentre funziona benissimo a 2 perché lo uso molto per lavoro.

Grandi problemi uniti ad altri piccoli, legati all’usabilità nella gestione degli strumenti per lo Skypecast (la chat per esempio).

Ho aperto dicendo che dovremmo attivarci per aiutare e “entrare” nel nostro mondo veloce anche chi è un po’ più analogico, ma per ora ho la sensazione che, almeno con questo strumento specifico, la barriera all’ingresso sia ancora troppo elevata.

Sono certo che anche in questo caso una buona piattaforma Flash based su web risolverà tutti i problemi, come è successo col video. Se Skype rimarrà arrocato sul suo applicativo credo che ci arriverà qualcunaltro. E’ solo qustione di tempo perché l’esigenza c’è, e quando c’è la domanda, l’offerta non tarda ad arrivare.

Il prossimo qualcosacast è probabile che mie veda sperimentare un nuovo strumento, a meno che Skype nel frattempo non stia ponendo rimedio ai numerosi bug.

 

Stasera ore 21:15 Skypecast su: Netiquette 2.0 wiki

mcc_ 180
October 23rd
mcc
z_Post
0 Comments

QUICK LINK ALLO SKYPECAST

Wiki: http://netiquette20.wikispaces.com/

Vi suggerisco di installare Unyte (www.unyte.net). Un ottimo tool per condividere le applicazioni via Skype durante gli Skypecast. Lo utilizzerò stasera per mostrare a tutti il mio desktop e quindi parlare come se fossimo tutti insieme davanti al mio PC. (se volete vedere dovrete quindi prepararvi e scaricarlo prima).

Lunedì ore 21:00 Skypecast su: Netiquette 2.0 wiki

mcc_ 180
October 20th
mcc
z_Post
0 Comments

QUICK LINK ALLO SKYPECASTAST

Sono molto contento della qualità dei contributi che sono stati aggiunti sul Wiki:

http://netiquette20.wikispaces.com/

Ho proposto questa ricerca in leggerezza, tuttavia, leggendo le proposte mi rendo conto che se tutti contribuissero potremmo creare insieme un documento esastivo e di grande valore.

Vorrei mantenere aperto il wiki per un lungo periodo, in modo che diventi una sorta di osservatorio permanente sulla netiquette.

In qualunque momento sarà consultabile per “fotografare” lo stato attuale.

Ogni mese una nuova cutting edge application si fa notare tra le altre, e nei mesi alcune di queste diventano veri e propri must have. Ognuna ha peculiarità uniche, che spesso creano nuovi modelli di utilizzo e di fruizione, che a loro volta generano modalità più o meno dirette d’interazione con “i propri simili” (N.d.A. lo so che traspare una leggera accezione analofoba [analogico + fobia: ?????, phobos, "paura"] ).

Le nuove pratiche creano nuove esigenze e queste, quando incontrano quelle altrui, richiedono nuove regole (scritte o non scritte) relazionali.

Ecco perché, a mio parere, è importante discutere di netiquette.

Per filosofeggiare sulla netiquette l’appuntamento è Lunedì 23 ottobre alle ore 21:00 con uno Skypecast aperto a tutti e dedicato all’argomento, con commenti sulle proposte lasciate sul wiki.

Per quell’occasione suggerisco di installare Unyte (www.unyte.net). Un ottimo tool per condividere le applicazioni via Skype durante gli Skypecast. Lo utilizzerò lunedì sera per mostrare a tutti il mio desktop e quindi parlare come se fossimo tutti insieme davanti al mio PC. (se volete vedere dovrete quindi prepararvi e scaricarlo prima)

-
Qui il codice per mettere il banner del Wiki sul vostro blog.

← Older
feed facebook twitter linkedin youtube

Newsletter

  • Frequency

My Books

Fuga da Facebook
Impresa 4.0